VISITA AL POLO MUSEALE DI VENEZIA 04 Gennaio 2015

Sul Canal Grande

Venezia è il capoluogo della regione Veneto ed è considerata una tra le più belle città del mondo, assieme alla sua laguna è tra i siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
La mia visita è stata in concomitanza con #DomenicalMuseo, ovvero la prima applicazione della norma del decreto in vigore da Luglio 2014, che stabilisce la gratuità di musei, parchi, gallerie ecc. di proprietà dello Stato la prima domenica di ogni mese. È stata quindi un’occasione perfetta per scoprire, visitare e conoscere alcuni dei musei della città, permettendo inoltre di godersi il tutto in una domenica unica.

PARTENZA…

…da Gorizia Centrale alle 07:41, con il treno diretto alla stazione di Venezia Santa Lucia, l’arrivo è stato puntale, ore 09:56. C’è da dire che da Udine in poi le stazioni erano sempre più gremite di persone, da Mestre in poi molti sono stati costretti a viaggiare in piedi per la mancanza di posti a sedere. L’arrivo è stato perfetto, dato che la stazione ha il pregio di essere proprio in centro città e fuori c’era una bellissima giornata di sole. Meglio di così!.

MUSEO ARCHEOLOGICO

Sala Museo Archeologico

Statua Museo Archeologico
Il primo museo che ho visitato è stato l’archeologico nazionale che ospita un’ampia raccolta di ritratti romani, sculture ellenistiche, lastre marmoree e statue di persone. Devo dire che la visita è stata davvero costruttiva, al contempo agevole. Arrivati, entrando dall’ingresso del museo Correr, verso le 11:00 del personale del museo archeologico ha mostrato dove dirigersi. Finita la visita, l’uscita era in piazza San Marco.

GALLERIE DELL’ACCADEMIA DI VENEZIA

Dipinto nelle Gallerie dell'Accademia

Per visitare l’accademia è stato necessario fare una fila di 40/45 minuti, comunque composta e ordinata. Molto importante per riuscire a sopportarla al meglio. Anche qui, dall’ingresso alla biglietteria e poi alla zona espositiva. Qui è capitato un evento “divertente”, infatti un lavoratore del museo, avendo notato il mio zaino, con tono molto arrogante mi ha esorato a lasciarlo all’ingresso. Devo dire che spesso, in altri musei, è bastato semplicemente portarlo davanti, oppure a mano. Ho fatto notare questo al dipendente, che però insisteva nel volermelo far lasciare all’ingresso. A questo punto ho chiesto se formalmente mi stesse obbligando a separarmi dal mio zaino, così repentinamente ha cambiato idea e mi ha permesso di andare avanti nella visita. Ho ricevuto la solidarietà di altri visitatori: “cercava di romperti le scatole” mi hanno detto. Non ce l’ha fatta. A proposito della visita, a parte questo fatto, posso dire che mi ha davvero emozionato, una così ricca collezione di dipinti veneti e veneziano, di artisti che hanno influenzato la storia della pittura europea, è stata molto suggestiva. Alcuni di questi lavori erano davvero grandi, addirittura pareti interi. Ve lo consiglio davvero.

MUSEO D’ARTE ORIENTALE

Custodire una collezione d’arte orientale di fama mondiale in un museo per permetterne la fruizione, è una fra le più belle capacità che la città di Venezia sia in grado di vantare. Tra spade, pugnali, armature giapponesi, preziose porcellane e arte cinese, si possono ripercorrere molte fasi storiche della società d’oriente. La curiosità è che la raccolta, alla conclusione della prima guerra mondiale, venne riconosciuta al governo italiano in conto riparazione danni di guerra.

MUSEO DI PALAZZO GRIMANI

Soffitto con angelo in Palazzo Grimani
Nel corso della giornata ho potuto percorrere diversi secoli di storia dell’arte, italiana, europea e mondiale. Così è stato anche a palazzo Grimani, sede della mostra sulle opere di Utagawa Hiroshige, capace di dare voce all’attività del celebre artista giapponese. Grazie alla mostra ho potuto ammirare la grande sapienza tecnica della scuola giapponese nella realizzazione delle xilografie a colori. Inoltre rilevante importanza hanno avuto pure la serie di fotografie giapponesi, fatte in epoca ottocentesca, che documentavano molti dei luoghi dipinti e incisi dallo stesso Hiroshige.

GALLERIA GIORGIO FRANCHETTI ALLA CA’ D’ORO

Panorama dal terrazzo al secondo piano della Galleria Franchetti
È stato l’ultimo museo che ho visitato, con tutta un’altra luce, visto che era ormai all’imbrunire. Ed è anche stato il mio preferito, le luci di Venezia alla sera l’hanno reso magico. Qui ho potuto ammirare diverse tele, statue e ceramiche, personalmente però sono rimasto ammaliato dal meraviglioso panorama godibile dal secondo piano del palazzo. Grazie alla terrazza sul Canal Grande ho visto la Venezia suggestiva e ispiratrice, degna delle più grandi pellicole cinematografiche già ambientate nella città sull’acqua.

CONCLUSIONI

Fantastico, non mi sarei aspettato di meglio e tutto è andato a meraviglia. Oltre le tante visite ai musei ho visto nello specifico la città, libero da vincoli di gruppi, assaporandone la specificità che la contraddistingue. Ho trovato molto bello poter girare per la città senza avere automobili o altri mezzi a motore per le strade. A dire il vero non ho visto nemmeno delle bici. Certo anche la domenica si è prestata amabilmente al giro cittadino, il sole ha rischiarato per tutta la giornata, lasciando spazio ad un bellissimo cielo stellato alla sera. In giro per la città ho visto tanti stranieri, molti turisti e altrettanti lavoratori, molti, troppi ambulanti. Mi auguro di vedere tale fenomeno in controtendenza alla mia prossima visita. Per concludere un grande elogio a questa attività del Ministero dei Beni Culturali (#DomenicalMuseo), che permette di godere di musei simbolo dell’enorme patrimonio artistico e culturale italiano gratuitamente, favorendo la riscoperta dell’arte e della cultura del Belpaese.

RITORNO

Il viaggio di ritorno verso Gorizia è stato molto più tranquillo rispetto all’andata, con il treno molto meno affollato, sono ritornato sulla “terra ferma” e posso dire che dopo una giornata in città circondato da canali, gondole e mare, mi ha fatto un po’ strano ritornare fra automobili e asfalto.

Con questo vi saluto, mi raccomando lasciatemi i vostri pensieri, consigli e anche critiche, purché costruttive.

Annunci

One thought on “VISITA AL POLO MUSEALE DI VENEZIA 04 Gennaio 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...