Inaugurazione sede CasaPound Gorizia: report con intervista a Gianluca Iannone (19/09/2015)

L'interno della sede di Gorizia
L’interno della sede di Gorizia

Sono stato personalmente all’inaugurazione della nuova sede di CasaPound (per comodità abbrevierò con CP) e ho avuto modo di intervistare Gianluca Iannone, il Presidente dell’associazione. Continuate a leggere l’articolo per sapere di più.

Qualche informazione su CasaPound
Qualche informazione su CasaPound

Sono arrivato in Via Mazzini alle 14:30 e ho notato da subito il massiccio dispiegamento di forze dell’ordine che presidiavano la zona.
Comunque ho raggiunto tranquillamente la sede di CP Gorizia, chiamata “La Tenace“, qui sono stato accolto da alcuni simpatizzanti che mi hanno mostrato il loro nuovo spazio nel centro di Gorizia. Ho colto l’occasione, oltre che per vedere in prima persona la sede, anche per farmi spiegare meglio le idee e le proposte del movimento.
Verso le 15:30 ho conosciuto Daniele Vecellio e Nicola Di Bortolo, rispettivamente il responsabile provinciale di Gorizia e il responsabile regionale Friuli Venezia Giulia per CP. Ho posto qualche domanda a entrambi e ne è venuta fuori l’interessante intervista, che di seguito vi propongo.

Responsabile provinciale: Daniele Vecellio, 31, si interessa delle attività del movimento di CP.

CP è una presenza nuova per la provincia di Gorizia, qualche tua impressione, desiderio, auspicio?

Con il corteo del 23 maggio scorso abbiamo già dato un esempio di civiltà, di stile e di portamento. Ho molti desideri per questa città, vorrei fare apprezzare ciò che facciamo alle persone e soprattutto attrarre molti giovani.

Quali sono le principali criticità che hai trovato a Gorizia e quali sono invece le maggiori possibilità che riscontri sul territorio?

La criticità maggiore è l’immigrazione, delle persone senza dimora e senza meta che vagano per la città e dormono sotto i portici.
Per quanto riguarda le possibilità penso soprattutto alla facilità con cui ci si può far conoscere dalle persone, dovuta alle dimensioni della città, che non sono grandissime.

Responsabile regionale: Nicola Di Bortolo, 26, si interessa di sociale, dona sangue e midollo osseo.

Parlando dei giovani, quali idee, quali proposte e quali prospettive?

Arrivo subito al sodo. Noi abbiamo il “blocco studentesco”, che, già dalle scuole superiori, insegna ai giovani quanto è importante lottare per i propri diritti e soprattutto in che modo. Quindi, già da quando hanno 16 anni, mostriamo ai ragazzi quanto una attività fatta disinteressatamente per altre persone può essere soddisfacente e può aiutare se stessi, ma anche gli altri.

Quali sono le impressioni e i feedback ricevuti qui a Gorizia?

La gente ha visto, già dai primi banchetti che abbiamo fatto, delle persone pronte a metterci la faccia e a mettere in campo delle idee e delle proposte. Poi penso che il nostro biglietto da visita principale è stato il 23 maggio scorso, il corteo di commemorazione per i caduti della prima Guerra Mondiale. Penso che quello è stato il fulcro principale con cui la gente ha capito cos’è veramente il nostro movimento.

Terminata l’intervista sono rimasto nei paraggi della sede, per osservare l’evolversi della situazione. Tutto, nel complesso, si è svolto in modo tranquillo.
Non ho notato momenti di tensione significativi, che sarebbero potuti nascere dal fatto che, a poche centinaia di metri, c’era una contromanifestazione dei centri sociali. Non ha in interferito con il quieto svolgersi dell’evento di CP, anche perché è stata costantemente tenuta d’occhio da numerose forze dell’ordine.

Gianluca Iannone (al centro) con alcuni giovani presenti all'inaugurazione
Gianluca Iannone (al centro) con alcuni giovani presenti all’inaugurazione

Verso le 16:00 ho riconosciuto Gianluca Iannone, fondatore e Presidente di CP. Dopo un giro di saluti fra i suoi sostenitori si è concesso a diverse interviste, fra cui la mia. Ve la propongo di seguito.

L’inaugurazione di una nuova sede di CP. Partiamo proprio dal principio: qualche tua impressione generale, un pensiero?

Io vedo un clima di festa, vedo tanta gente e molta affluenza. Quello che infastidisce è il clima di tensione creato ad arte per tenere lontana la cittadinanza. C’è una città blindata e chiusa per colpa della contromanifestazione, fatta da persone che pensano di poter decidere chi può e chi non può parlare.

Ritorno a Gorizia dopo la manifestazione del 23 maggio scorso: quali obbiettivi e come funzionerà la presenza di CP di Gorizia?

Penso che Gorizia sarà più ricca già da domani, perché grazie a CP avrà uno sportello sociale totalmente a disposizione del cittadino. È una città più ricca anche perché avrà molta gioventù, che non si arrende e che rifiuta il modello di ispirazione contemporanea.

Gorizia ha una situazione particolare, una spiccata internazionalità dei suoi territori data la vicinissima Slovenia. CP con questo contesto come si rapporta? Rivendicherà l’italianità dei territori o valuterà la cooperazione transfrontaliera?

CP vuole anche collaborazioni con le altre nazioni, ma vuole assolutamente sancire che la priorità è il popolo italiano. Fino a prova contraria Gorizia è terra italiana, è terra bagnata dal sangue dei martiri della prima Guerra Mondiale e quindi merita rispetto e attenzione, così come la meritano i goriziani.

Udine, Pordenone e adesso Gorizia. Quali obiettivi per CP in Friuli Venezia Giulia?

Ci sono ottimi risultati, visto come procedono le altre sedi. Il Friuli Venezia Giulia è una terra molto viva, molto recettiva al messaggio di CP e sicuramente non ci fermiamo qui.

Terminato il giro di interviste c’è stato il “taglio del nastro“, propiziato dal discorso di Gianluca Iannone che ha ribadito le motivazioni, lo spirito e le idee che stanno alla base di CP Italia.

CONCLUSIONI

Avendo partecipato all’inaugurazione, ho conosciuto i volti delle persone e le idee che animano questo movimento e, in tal modo, mi sono fatto un’opinione basata sull’esperienza diretta e non sul sentito dire. Perciò posso dire che il tamtam mediatico creatosi prima dell’inaugurazione è stato esagerato, magari creato ad arte per intimorire i curiosi e coloro che vorrebbero un confronto civile.
Prima dei saluti vi ricordo di lasciare un vostro pensiero nello spazio per i commenti e, se vi è piaciuto l’articolo, condividetelo con tutti i vostri amici.

Annunci

4 thoughts on “Inaugurazione sede CasaPound Gorizia: report con intervista a Gianluca Iannone (19/09/2015)

  1. Anonimo 20/09/2015 / 21:58

    Mettila così: tutto bello, la presentazione, i buoni sentimenti ma è una sede costruita sulla sabbia, non c’è nulla di realmente positivo alla base di ciò che muove questo gruppo quindi è una facciata buonista piuttosto ridicolo rispetto a quanto ci sta dietro.

    • Andrea Tomasella 21/09/2015 / 15:02

      Ciao, apprezzo il fatto che hai esposto il tuo punto di vista in modo civile. Un po’ meno che l’hai fatto in modo anonimo.
      Buona giornata.

  2. Alberto Puntel 25/09/2015 / 08:54

    Ti ringrazio Andrea per la domanda fatta a Iannone a proposito della ambiente internazionale che caratterizza Gorizia. La risposta di CP non mi ha soddisfatto perchè nega le altre identità della città. Friulani e Sloveni da sempre presenti, da molto prima che i Savoia reclamassero queste terre definendole “italiane” non possono sparire all’interno dell’aggettivo italiani.

    Apprezzo i buoni propositi, ma non i dogmi nazionalistici, non qui, non su questa terra martoriata. grazie

    • Andrea Tomasella 25/09/2015 / 10:47

      Ciao Alberto, ti ringrazio per il tuo importantissimo contributo. Come pensavo, oltre che una vastissima pluralità di opinioni anche una vastissima diversità connota queste terre. L’importante, secondo me, è che tutti possano esprimere ciò che pensano e soprattutto che a nessuno venga tolta questa opportunità.
      Buona giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...