Puliamo il Mondo, a Gorizia: ho partecipato e vi racconto com’è andata (con intervista al Presidente Luca Cadez)

Un autoscatto con i volontari di Puliamo il Mondo a Gorizia
Un autoscatto con i volontari di Puliamo il Mondo a Gorizia

Ho partecipato all’iniziativa Puliamo il Mondo a Gorizia, promossa dall’associazione ambientalistica Legambiente, vi racconto com’è andata questa esperienza. Inoltre vi propongo la mia intervista al dott. Luca Cadez, Presidente del comitato goriziano di Legambiente.

Qualche informazione utile

Puliamo il mondo è l’edizione italiana di Clean up The World (per info: www.cleanuptheworld.org), ovvero il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Dal 1993, Legambiente (per info: www.legambiente.it) ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie al lavoro di oltre 1000 gruppi di volontari dell’ambiente, che si occupano dell’organizzazione dell’evento a livello locale.

Puliamo il mondo a Gorizia

Le fasi iniziali del nostro volontariato
Le fasi iniziali del nostro volontariato

Navigando nel web sono venuto a sapere che l’iniziativa Puliamo il Mondo si sarebbe tenuta a Gorizia verso la fine di ottobre. Considerando che sono sempre pronto per fare qualcosa di concreto per l’ambiente e per la città in cui abito, ho subito deciso che avrei partecipato.
Così, quando è arrivato il giorno dell’evento, munito di guanti e buona volontà, mi sono presentato all’appuntamento, dove ho incontrato altre sei o sette persone, alcune alla prima esperienza come me.
Dopo le presentazioni, ed esserci conosciuti un po’ meglio, insieme con gli organizzatori, abbiamo raggiunto il luogo stabilito per essere ripulito. Si trattava di un’area non grandissima, nei pressi del valico di Casa Rossa, con fitta vegetazione e nei pressi di una strada molto trafficata.
Subito ho iniziato a raccogliere vari tipi di rifiuti (lattine, bottiglie di vetro, buste di plastica, polistirolo ecc.) e a buttarli all’interno dei sacchi per la spazzatura che mi erano stati dati.
Nel giro di pochi minuti erano già tantissimi i rifiuti raccolti, ma il “bello” doveva ancora arrivare. Infatti dopo circa un’ora e parecchio lavoro, sono cominciati a spuntare fuori dalla vegetazione i rifiuti più ingombranti (lavatrici, copertoni, cruscotti d’automobili e vecchie impalcature), che per essere raccolti hanno richiesto il lavoro congiunto di almeno altre due/tre persone, dato il peso o il fatto che erano oramai diventati tutt’uno con la vegetazione.

Luca Cadez e io nel mentre trasportavamo una porta
Luca Cadez e io nel mentre trasportavamo una porta

Non è stato semplicissimo trasportare una porta, abbandonata su un prato e nascosta dietro un cespuglio a circa un centinaio di metri di distanza rispetto a dove avevamo iniziato.

Nel complesso, considerato che ci siamo dati da fare per tre ore, abbiamo raccolto davvero una quantità enorme di rifiuti.

Intervista

Di seguito vi propongo l’intervista che ho fatto al dott. Luca Cadez, Presidente del comitato goriziano di Legambiente, che gentilmente si è concesso per rispondere a qualche mia domanda.

Come funziona la presenza di Legambiente a Gorizia?

Legambiente a Gorizia esiste dal 2009 e porta avanti attività e iniziative legate alle tematiche del nostro contesto, come, per esempio, il caso dell’abbandono dei rifiuti, che ancora oggi è piuttosto frequente. Negli ultimi anni, oltre a Puliamo il Mondo, abbiamo svolto numerose giornate ecologiche e, purtroppo, ogni anno ci sono nuovi rifiuti che si aggiungono a quelli vecchi. Ciò vuol dire che c’è anche un problema culturale, non a caso a Gorizia la percentuale della raccolta differenziata si aggira attorno al 60% e dovremmo essere almeno al 65%.

Gorizia fa parte di una realtà spiccatamente internazionale: voi di Legambiente come vi rapportate con l’internazionalità di questi territori?

Ci sono alcuni problemi dovuti all’internazionalità, oltre ad alcune differenze culturali e alla lingua, c’è il fatto che le questioni ambientali sono legate alle legislazioni di due Stati differenti. Comunque negli ultimi mesi stiamo facendo progressi grazie al GECT, che ci servirà per creare un processo partecipativo che coinvolga le tre municipalità (Gorizia, Nova Gorica e Šempeter) interessate dal progetto. In questo modo ci auguriamo che le grandi questioni ambientali transfrontaliere, come, per esempio, la gestione del fiume Isonzo o la problematica relativa alla Livarna, potranno essere affrontate insieme fra le municipalità e i cittadini.

In questo contesto vorrei inserire le nuove tecnologie, i nuovi mass media e le nuove opportunità di comunicazione. Legambiente come si pone con questi nuovi mezzi di comunicazione?

In linea generale ci stiamo muovendo moltissimo negli ultimi anni, cercando di dare una grossa accelerata sull’uso di questi mezzi. Ci stiamo rendendo conto che sono dei mezzi importantissimi per comunicare, per rendere note alcune problematiche o anche solo per promuovere i nostri eventi. Sono tecnologie interessanti e importanti da utilizzare.

Conclusioni

Sono davvero contento di aver preso parte a questa bellissima iniziativa di volontariato, formativa e appagante. Sicuramente, qualora venisse riproposta, non mancherò di partecipare.
Prima di salutarci, vi ricordo di lasciare un vostro commento all’articolo, con i vostri pensieri e le vostre opinioni, per me sarà un piacere leggere e rispondervi. Infine, se quello che avete letto vi è piaciuto, condividetelo con tutti i vostri amici, mi farà davvero piacere.

Annunci

5 thoughts on “Puliamo il Mondo, a Gorizia: ho partecipato e vi racconto com’è andata (con intervista al Presidente Luca Cadez)

  1. Mammacioccolata 24/10/2015 / 08:44

    Anch’io ho partecipato a Dueville e sono stati coinvolti tutti i ragazzini di IV e V elementare.
    É stata una bella esperienza, utile ed educativa.
    Peccato che si faccia solo una tantum

    • Andrea Tomasella 24/10/2015 / 12:14

      Ciao, sono d’accordo con quanto hai scritto, è un’esperienza molto utile ed educativa. Ben vengano iniziative di questo tipo, magari, come dicevi, anche proposte con maggiore frequenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...