Incontri con l’autore, museo della Civiltà Contadina: lo Schioppettino di Prepotto

incontri con l'autore-

Lunedì 16 novembre ho partecipato al secondo evento della serie “Incontri con l’autore” presso il museo della Civiltà Contadina di Farra d’Isonzo, organizzato dal Comune di Farra d’Isonzo, in collaborazione con Coldiretti, ONAV (organizzazione nazionale assaggiatori di vino) e alcune aziende dell’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto, un tipico vino rosso friulano, prodotto esclusivamente nel Comune di Prepotto, in provincia di Udine.

IMG_20151116_202028
Il dott. Stefano Vio (a destra) e il viticoltore Lino Casella, durante l’introduzione della serata

Tradizione, cultura, lavoro, enogastronomia, turismo e territorio: ecco gli argomenti chiave che riassumono questo secondo appuntamento della serie “Incontri con l’autore“. Un’ora e mezza di approfondimenti, partendo dalle radici e arrivando fino ai fermenti dello Schioppettino di Prepotto, con riferimenti storici e le esperienze di chi il vino lo ha sempre prodotto.
In apertura il saluto del dott. Stefano Vio che, introducendo il tema della serata, ha spiegato come nei territori del Friuli-Venezia Giulia, con il vitigno autoctono dello Schioppettino, sia possibile produrre un vino rosso d’eccellenza e conosciuto in tutto il mondo.
In seguito un accenno al Comune di Prepotto, che, storicamente, è capofila nella produzione dello Schioppettino, un vino presente nel territorio fin dal 13° secolo e che ha rischiato di scomparire, fino a quando, nel 1977, il consiglio comunale di Prepotto deliberò la richiesta che fosse inserito nell’elenco dei vitigni autorizzati, cosa che avvenne nel 1981. Due anni dopo, la comunità europea, lo incluse fra i vitigni raccomandati per la provincia di Udine e nel 1987 ottenne la denominazione di origine.

IMG_20151116_202145
Il viticoltore Lino Casella (a sinistra) con il dott. Stefano Vio

Durante la serata è intervenuto anche il viticoltore Lino Casella (per info: www.vinicasella.it), che ha raccontato al pubblico la sua esperienza nel campo della produzione del vino e ha spiegato gli obiettivi dell’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto, di cui fa parte (per info: www.schioppettinodiprepotto.it).
L’associazione, ha riportato Casella, è nata nel 2002 e conta più di 20 viticoltori, uniti dalla volontà di promuovere e garantire la qualità e le caratteristiche autentiche dello Schioppettino, a tutela del valore culturale e del potenziale enologico di questo vitigno di nicchia.
Lo Schioppettino è un vino così peculiare che per arrivare alla prima annata ufficiale di “Schioppettino di Prepotto“, nel 2008, sono stati necessari lunghi periodi di ricerca, un protocollo comune di vinificazione e il ricorso all’adozione di un disciplinare di produzione molto restrittivo, che stabilisce, fra le altre cose, la produzione massima dei vigneti, l’affinamento in botti di legno per 12 mesi e la commercializzazione non prima dei  due anni dalla vendemmia.
Durante la serata non sono mancati dei momenti rivolti alla scoperta dei progetti culturali e di volontariato, sempre attinenti con  lo Schioppettino di Prepotto. Inizialmente è stato presentato il progetto Rural, rivolto allo sviluppo transfrontaliero del turismo rurale e di promozione congiunta dei prodotti tipici e di qualità tra i Comuni di Prepotto e Kanal ob Soči (per info: www.rural-pro.eu), successivamente si è parlato del progetto Fai Sport, che ha unito due realtà consolidate del territorio friulano, l’ASD FAI SPORT di Udine, un’associazione per disabili, attivamente impegnata negli ambiti sportivo, sociale, culturale e “rapporti con una persona speciale” e l’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto.

Infine un momento di convivialità e di assaggio, dove, con tutti i presenti, ho potuto assaggiare le prelibatezze e alcune specialità di questi territori, partendo dal vino promosso da alcune delle aziende dell’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto, per arrivare fino ai buonissimi formaggi dell’azienda agricola di Felchero Andrea, agriturismo “Lis rosis” di Medea (per info: www.lisrosis.it).

Conclusioni

Un interessantissimo appuntamento quello incentrato sullo Schioppettino di Prepotto, con tanti riferimenti, molta storia, cultura e soprattutto tradizioni. Un appuntamento che mi ha permesso di essere ancora più convinto del fatto che le eccellenze si trovino nelle piccole produzioni, fatte con la passione e l’impegno di tante persone, proprio come accade nei casi di cui vi ho parlato in questo articolo.
In conclusione, segnalo che il prossimo appuntamento della serie “Incontri con l’autore” è in programma per lunedì 23 novembre alle ore 18:30 presso il Museo della Civiltà Contadina di Farra d’Isonzo.
Prima di salutarci, vi ricordo di lasciare un commento con i vostri pensieri su quanto avete letto, per me sarà un piacere leggere e rispondere. Infine, se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo con tutti i vostri amici, per me è davvero importante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...