Bordano, visita alla Casa delle Farfalle e al Forte di Monte Festa

Bordano, Casa delle Farfalle e Forte di Monte Festa

Un caro saluto amiche e amici lettori, in questo nuovo articolo vi parlerò della mia visita alla Casa delle Farfalle di Bordano, della passeggiata fra i coloratissimi murales di Bordano e, infine, della visita al Forte di Monte Festa. Per rendere l’articolo quanto più esaustivo e completo, utilizzerò, oltre ad alcune informazioni, anche diverse fotografie.

Bordano e la Casa delle Farfalle

Come spesso accade, anche la passata domenica è stata molto divertente e movimentata, infatti, approfittando del clima primaverile e del tempo libero, ho passato una bella giornata all’aria aperta e ho visitato diversi luoghi interessanti. Fra questi, c’è sicuramente Bordano, un piccolo paese in provincia di Udine, conosciuto anche come il paese delle farfalle.
La presenza in natura di tante farfalle ha fatto sì che nel paese si sviluppasse una forte cultura per tale insetto, che è culminata con la costruzione della Casa delle Farfalle e con la creazione di diversi percorsi didattici.
La Casa delle Farfalle è la più ampia esposizione di farfalle e insetti vivi in Italia, con 1.000 metri quadrati di serre riscaldate e altrettanti di mostre e laboratori.
Nel corso della visita si alternano diverse attività, inizialmente ci sono per lo più informazioni e nozioni, riguardanti soprattutto le farfalle, ma anche gli insetti in generale, inoltre sono presenti tantissimi approfondimenti sulle tematiche relative all’evoluzione, alla sostenibilità e alle strategie animali e vegetali.
Una volta terminata la parte più didattica, la visita continua attraverso 3 grandi serre climatizzate, dove prosperano animali e piante di 3 specifici ecosistemi tropicali: l’Amazzonia, le foreste pluviali asiatiche e la giungla africana. In ogni serra si passeggia fra diverse centinaia di farfalle che volano libere, appartenenti a specie diverse e provenienti dai paesi tropicali di tutto il pianeta.
Una volta conclusa la visita attraverso le serre, si trova un’ultima sala in cui sono esposti diversi insetti, appartenenti a specie differenti ma tutti accomunati dal fatto di essere luminosi e brillanti come dei gioielli.

I murales di Bordano

Poco distante dalla Casa delle Farfalle, per tutto quanto il paese di Bordano è possibile ammirare tantissimi murales, tutti dipinti sulle facciate delle case e con il tema ricorrente delle farfalle. Ce ne sono davvero tanti da vedere.

Il forte di Monte Festa

Il forte di Monte Festa venne costruito nel 1910, insieme alla strada che per 11 km sale il ripido versante ovest del Monte San Simeone, con lo scopo di realizzare una cintura fortificata a difesa del Friuli.
La posizione strategica del forte permetteva di tenere sotto tiro tre vallate percorse da importanti vie di comunicazione: la Val Venzonassa, la Val del But e la Val Fella. Il forte era armato di tre batterie, due da 149mm e una da 75mm in funzione antiaerea. Inoltre, essendo distante dal fronte della Grande Guerra, era sottodimensionato in quanto a presenza di soldati, infatti, la guarnigione consisteva in 5 ufficiali e 179 tra sottufficiali e soldati.
Al giorno d’oggi il forte viene anche ricordato per la storica difesa del Monte Festa del 1917, in cui, comandati dal Capitano Riccardo Noël Winderling, 200 uomini riuscirono a bloccare per una settimana la discesa dei soldati imperiali che avevano sfondato a Caporetto.
Per raggiungere il forte c’è un ripido sentiero che risale il monte attraverso il bosco per circa 8km. All’inizio del sentiero si trova la segnaletica del CAI (Circolo Alpino Italiano) che indica il tempo di percorrenza del percorso, 1 ora e 30 minuti, poi corretta da altri visitatori con il pennarello e portata a 3 ore. Nel mio caso, ho impiegato circa 2 ore e 30 minuti per raggiungere il forte.
Al ritorno ho scelto di prendere un’altra via rispetto a quella dell’andata, una strada certamente più comoda ma anche più lunga e con la quale ho impiegato 2 ore per scendere dal monte.

Conclusioni

Posso dire di aver passato una bellissima domenica, che, nella mattina, con la visita alla Casa delle Farfalle, mi ha permesso di cogliere le tante sfaccettature delle farfalle, un insetto tanto unico quanto delicato. Effettivamente però, ciò che più mi ha colpito è la Casa delle Farfalle nel suo complesso: una splendida struttura, che rappresenta un nuovo modo di investire sulla biodiversità, sostenibile ed educativo, adatto a grandi e piccini.
La seconda parte della giornata, cioè quella passata sul Monte Festa, è stata altrettanto piacevole. Magari più faticosa, ma sicuramente gratificante. Immerso nella natura, sono stato catturato dalla grande capacità evocativa di quei luoghi, dove storia e bellezza paesaggistica vanno a braccetto.
Prima di salutarci, vi raccomando, lasciate un commento con i vostri pensieri su quanto avete letto. Infine, se l’articolo vi è piaciuto, condividetelo con tutti i vostri amici, ne sarò davvero contento.

Vi invito a mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook.

Annunci

One thought on “Bordano, visita alla Casa delle Farfalle e al Forte di Monte Festa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...