Artigianato, quale futuro? La parola ai protagonisti: Marco Gobbo – Confartigianato

Artigianato, quale futuro-

Carissime lettrici e lettori, bentornati per il secondo appuntamento con la serie di interviste “Artigianato, quale futuro? La parola ai protagonisti”. Questa nuova intervista ci porterà a scoprire i tanti risvolti del settore artigiano, con particolare attenzione alla situazione contemporanea e alla questione della rappresentanza datoriale.

Artigianato, Ariano Medeot

Dott. Marco Gobbo, 50 anni, abita a Monfalcone, è laureato in legge con master in marketing. In ambito lavorativo, ha un passato da manager aziendale con particolari competenze nel marketing e comunicazione e una solida esperienza alla direzione provinciale e regionale di altre organizzazioni datoriali (Associazione Piccole e Medie Industrie FVG). Da gennaio 2014 è direttore generale Confartigianato Imprese Gorizia.

La crisi ha messo in difficoltà molte imprese artigiane, quali sarebbero gli aiuti o gli strumenti che aiuterebbero il lavoro?

Se ci fosse una vera risposta, avremmo risolto tutti i nostri problemi. La crisi esiste oramai da parecchio tempo, si è innescata nel 2008 e non ha avuto mai fine, anzi. Tutt’oggi possiamo dire che siamo entrati in un sistema di mercato che non tornerà più indietro, il mercato per come lo conoscevamo noi, cioè alle regole ante 2008, che sia mercato globale o interno, non potrà mai tornare. Tutta una serie di assetti si sono modificati in maniera irreversibile e, in questo irrigidimento in negativo, sono le parti più deboli, i piccoli imprenditori in particolare, ad aver avuto il danno maggiore. Sappiamo bene che la crisi, nata da un collasso dal sistema finanziario/bancario, ha inevitabilmente impattato sull’economia reale colpendo il sistema imprenditoriale, da sempre non autosufficiente sotto il profilo finanziario.
Il vero problema oggigiorno è quello dell’accesso al credito e del farsi pagare, infatti sono queste le problematiche più comuni nella mia platea di imprenditori, circa 1500 nella provincia di Gorizia. Il recupero crediti oramai è la regola, quindi c’è lavoro ma non ti pagano. Poi spesso succede anche che non solo non ti pagano, ma magari con la banca nascono dei problemi che si aggiungono alle tantissime difficoltà. Infine, capita anche che l’imprenditore abbia bisogno di credito ma non riesce ad accedervi perché il suo merito creditizio non glielo consente.
Anche la burocrazia è un problema tutt’oggi irrisolto, per questo la nostra organizzazione è sempre al fianco degli iscritti e gli dà una mano. Ma noi per primi, come loro, nel gestire la contabilità e il servizio paghe siamo oberati da tantissime scadenza e impegni, che, oltretutto, evolvono e cambiano con molta frequenza. Per cui, posso affermare che sotto questo aspetto, in tutti questi anni, non ho visto nessuna iniziativa concretamente definibile come sburocratizzazione.
L’altro tema è la competitività: un 60% spetta all’imprenditore, che con le sue scelte strategiche deve dare un senso alla sua attività e orientarla al successo. Il restante 40% è in mano al contesto socio-economico nel quale questa azienda opera. In Italia le nostre aziende fra burocrazia e sistema fiscale improbo, hanno una zavorra pazzesca che non può non condizionare la loro competitività in un mercato definitivamente globalizzato. Ciò nonostante è incredibile pensare alla posizione di leadership di molte aziende italiane che chissà quali performance ulteriori potrebbero avere in assenza della zavorra di cui abbiamo parlato.

Che cos’è Confartigianato Gorizia?

Confartigianato Gorizia è un’Organizzazione che fa parte della Confederazione Confartigianato Imprese. Siamo strutturati su una Confederazione Nazionale e su delle Federazioni Regionali che fanno sintesi degli interessi politici dei vari territori rispetto all’amministrazione. Ci sono poi tutte le associazioni territoriali, che di fatto sono gli organismi che intrattengono i rapporti diretti con gli associati.
Per quanto riguarda la Confartigianato Imprese Gorizia, è un’Organizzazione storica di questo territorio, presente da oltre 65 anni. Rappresentiamo circa 1500 aziende, che si distribuiscono su 26 categorie e riferite alla natura merceologica o all’attività produttiva delle imprese, che vanno dalle aziende di servizio alle aziende manifatturiere ampiamente strutturate. Diciamo che in Italia il 96% delle imprese sono di piccole e medie dimensioni, a livello nazionale ne rappresentiamo circa 700.000 e siamo l’Organizzazione più importante rispetto la rappresentanza dell’artigianato e della piccola e media impresa.
Confartigianato Imprese Gorizia ha una quarantina di dipendenti, dislocati in 5 uffici, che nella fattispecie sono a Gorizia, Cormons, Gradisca d’Isonzo, Monfalcone e Grado. Questo perché il sistema Confartigianato ha sempre garantito una capillarità sul territorio, proprio per essere vicini alla nostra base, così da garantire degli sportelli di gestione, di ascolto e di relazione con i nostri associati.
Controllata al 100% da Confartigianato Imprese Gorizia, c’è anche la società di servizi che si chiama Artis SRL, che ne rappresenta il braccio operativo ed è un’azienda a tutti gli effetti, una SRL, che eroga servizi alle imprese.
Dunque, la Confartigianato è un’Organizzazione che si pone principalmente due obiettivi: l’Associazione sviluppa attività di ordine sindacale, di rappresentanza, di informazione e di orientamento, mentre la società di servizi, rispettando l’indirizzo politico dell’associazione che la controlla, eroga servizi mirati, a prezzi convenzionati con l’obiettivo di soddisfare al meglio le esigenze della nostra utenza.

Mi parli dei servizi che erogate?

Diciamo che il sistema delle società di servizio, nel nostro mondo, si è legato a due attività che storicamente riguardano la gestione della contabilità e quello del servizio paghe. Questi servizi in futuro dovranno trovare una logica che desidero diventi sempre più consulenziale, ovvero, che non si limiti alla semplice gestione amministrativa ma si focalizzi su un’attività di orientamento e di consiglio di cui le imprese hanno sempre più bisogno.
Proseguendo sul discorso dei servizi, una parte molto importante è quella legata al servizio di consulenza sui contributi e sull’accesso al credito, soprattutto contributi pubblici, derivanti dai fondi della Camera di Commercio piuttosto che bandi regionali. Sui bandi europei ci siamo attrezzati con una collaborazione, perché in quel campo servono delle competenze particolari, così ho delegato una risorsa esterna per intercettare quei finanziamenti che dall’Europa possono arrivare fino alle nostre imprese.
Poi offriamo una consulenza assicurativa grazie a due convenzioni, cercando di portare al miglior prezzo le polizze e spiegando anche come gestire la policy assicurativa all’interno di un’azienda.
Certamente eroghiamo servizi nell’ambito della sicurezza e dell’ambiente, è molto importante anche la nostra attività nell’ambito della formazione, della consulenza fiscale e della consulenza per le Start-Up. All’ interno della nostra associazione abbiamo anche il patronato con tutte le attività ad esso legate, tra cui certamente la consulenza pensionistica e il nostro CAAF per i modelli 730, ISEE e quant’altro.
Concludo questa carrellata sui nostri sevizi parlando del CAEM (Consorzio Acquisti Energia e Multiutility) che è il consorzio artigiano d’acquisto di energia e gas alle miglior condizioni di mercato, di cui fanno parte oltre 6.000 aziende del sistema Confartigianato e di cui sono componente del Consiglio di Amministrazione in rappresentanza della nostra associazione e dei nostri consorziati. Oggigiorno sono oltre 230 le aziende di Gorizia consorziate con il CAEM, ed è in rapido sviluppo l’attività che il consorzio ha recentemente esteso alla platea dei privati. È evidente quanto questo strumento sia determinante per fornire un concreto aiuto per il recupero della competitività delle nostre imprese, agendo su una voce di costo importante quale quella dei consumi energetici.

Parlavi di proteggere gli iscritti dalle insidie, ma quali sono queste insidie?

Le insidie sono tante e spesso sono nel sistema Paese che dà la sensazione che fare impresa oggi sia una sorta di corsa agli ostacoli e non dovrebbe essere così, perché gli imprenditori meritano di essere facilitati nel loro lavoro, che, fra le altre cose, crea occupazione e reddito per il Paese.
Le insidie poi sono insite nel rapporto con le banche, che sostengono sempre meno il sistema impresa e si trincerano dietro l’alibi del rating, per condizionare il merito creditizio e la conseguente bancabilità di un imprenditore, dimenticando il valore della storia di una persona, della sua credibilità e soprattutto della qualità del progetto imprenditoriale.
Io credo però che a queste insidie, che sono oramai strutturali nel nostro Paese, si possano trovare risposte e soluzioni, attraverso adeguate scelte di politica economica, che possono innescare effettive opportunità di crescita di mercato per le nostre imprese che conseguentemente creeranno nuova occupazione.
In altre parole, sono certamente importanti i contributi e le iniziative rivolte all’incentivazione occupazionale ma queste diventano azioni sterili se non sostanziate in un percorso che concretamente porti le imprese a sviluppare il loro business e a rendere questa nuova occupazione stabile e duratura.

Cosa ne pensi dell’europrogettazione?

Chiaramente la questione è molto complicata, perché il sistema dell’europrogettazione si attaglia poco alle piccole imprese, però se le piccole imprese formano un gruppo, un consorzio, un’ATS o ATI (Associazione Temporanea di Scopo o di Impresa) allora l’europrogettazione può diventare un’opportunità.
Comunque, Confartigianato Gorizia, assieme alla società che ho scelto per sviluppare queste attività, sta sondando la possibilità di intercettare quei finanziamenti europei per i rapporti transfrontalieri (Interreg), in questo caso sia con la Slovenia che con la Croazia.
Sto cercando di capire se l’Associazione Confartigianato Gorizia possa fare da capofila per un tipo di progettazione, in cui, con i nostri partner, condividendone una visione d’orizzonte ampio e in cui mettersi in gioco, ci si adoperi per creare delle opportunità di sviluppo transfrontaliero in una logica europeista.

Mi racconti cosa significa per te Confartigianato?

Confartigianato è una grandissima Organizzazione, che dà grandi opportunità. Mi reputo una persona molto fortunata, perché faccio un lavoro che amo profondamente. Certamente, ho un ruolo apicale che mi gratifica ma il vero valore aggiunto per me è il poter dirigere un’associazione che tutela e sostiene quella che reputo la parte migliore del nostro Paese.

Un’ultima considerazione?

Il mio auspicio è che la prossima volta che ci vedremo, alcune delle cose di cui ti ho parlato in chiave prospettica, saranno state realizzate e te ne potrò parlare in termini di concretizzazione, ma anche con quella soddisfazione di poter affermare che la nostra azione ha saputo fornire quelle risposte necessarie per aiutare le imprese nella loro crescita e salvaguardia.

Conclusioni

Sono molto soddisfatto di questa seconda intervista, che mi ha permesso di conoscere il punto di vista del dott. Marco Gobbo, direttore di Confartigianato Gorizia, un’Associazione importante e prestigiosa, che tutela gli interessi di una categoria, tanto unica quanto fondamentale, come quella degli artigiani e dei piccoli/medi imprenditori.
Certamente, questa intervista è stata anche un’ottima occasione per apprendere nozioni e dati che il mio preparatissimo interlocutore ha illustrato con molta semplicità e accuratezza, riguardo il ruolo di Confartigianato e la situazione dell’artigianato, sia locale che nazionale.
Prima di salutarci, mi raccomando, continuate a seguire il mio blog per leggere le altre interviste dedicate all’artigianato e lasciate un vostro pensiero a riguardo di quanto avete letto nello spazio per i commenti, per me sarà un vero piacere leggere e poi rispondervi. Infine, se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo con tutti i vostri amici, ne sarò davvero contento.

Vi invito a mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...