Toni Capuozzo, il segreto dei marò

Toni Capuozzo, il segreto dei marò 7

Il segreto dei marò, questo il titolo del libro scritto dal giornalista Toni Capuozzo e presentato nella serata dell’11 maggio presso il Centro Civico di Mossa (Go). Ho partecipato all’evento e ne ho scritto questo report, continuate a leggere per saperne di più.

Toni Capuozzo, il segreto dei marò 4

“Perché i fatti in questa storia sono importanti? Perché è una vicenda su cui spesso si è espresso quello che secondo me è un male dell’Italia, ovvero il senso delle appartenenze. La vicenda di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone è stata spesso soggetta a interpretazioni soggettive, a seconda se ne parlava qualcuno di destra, piuttosto che di sinistra. Una cosa che invidio a Paesi come gli Stati Uniti o la Gran Bretagna è il fatto che lì chi veste una divisa appartiene a tutta la comunità e non al governo del momento o a una delle parrocchie della politica. Se succede qualcosa a un militare, è un evento che interessa tutti”.

Nel Centro Civico di Mossa ad ascoltare Toni Capuozzo, giornalista e inviato televisivo, c’erano tante persone, semplici interessati ma anche politici locali, rappresentanti delle forze dell’ordine e militari. A fare da padrona di casa la dott.ssa Elisabetta Feresin, nonché Sindaco di Mossa.
Piccola curiosità, Capuozzo aveva con sé anche il suo piccolo cane, che di tanto in tanto ha richiamato l’attenzione del padrone, impegnato nella presentazione del libro.

Non ho un gran rapporto con la politica, ne resto piuttosto distante perché non mi piace e non mi interessa, però devo riconoscere che l’On. Mario Mauro è stato l’unico Ministro della Difesa, che, seppur in scadenza di mandato, ha dichiarato di credere nell’innocenza dei due marò“.

Proprio sulla questione dell’innocenza dei due fucilieri di marina si è concentrata l’esposizione del giornalista. In maniera puntale e molto dettagliata, ha ripercorso le vicissitudini di Latorre e Girone, imbarcati sulla petroliera italiana Enrica Lexie per proteggerne l’equipaggio da eventuali attacchi di pirateria e sospettati di aver ucciso due pescatori il 15 febbraio 2012 al largo della costa del Kerala, Stato dell’India sud occidentale.
Raccontando ciò che avvenne in quelle ore turbolente, Capuozzo ha fatto emergere tutte le contraddizioni e le carenze dell’inchiesta indiana e, avanzando un’ipotesi di innocenza dei due militari, mai fatta propria dalla diplomazia italiana, ha ricordato come i due fucilieri abbiano sempre dichiarato di essere innocenti.
Quanti e quali interessi siano celati dietro la remissiva politica estera italiana è stato un altro fra gli argomenti affrontati durante la serata. D’altro canto – ha continuato Capuozzo – l’Italia oramai a livello internazionale non conta più come un tempo e l’India questo lo sa, può permettersi di fare il bello e il cattivo tempo un po’ come gli pare. Avremmo dovuto alzare i toni durante le trattative, esigere più rispetto, sempre utilizzando la diplomazia, ci mancherebbe! In certi contesti, la fermezza è più apprezzata della remissività. Probabilmente la paura di perdere un importante partner commerciale, com’è l’India oggigiorno, ha condizionato le scelte dei nostri governi, che hanno giocato sulla pelle di Latorre e Girone.
Comunque, appare sempre più chiaro col passare degli anni che Italia e India metteranno la parola fine a questa vicenda senza grandi colpi di scena. Probabilmente gli unici a chiedere che il processo arrivi a conclusione saranno gli stessi marò, ma difficilmente troveranno d’accordo i governi dei due Paesi.

Conclusioni

Un evento di presentazione molto interessante, che ha permesso ai presenti di conoscere come si svolsero gli eventi quel 15 febbraio del 2012. La serata, condotta in maniera impeccabile dalla dott.ssa Feresin, ha permesso al giornalista Toni Capuozzo di stigmatizzare la banalizzazione mediatica e la facile ironia che troppo spesso sui social network, loro malgrado, vede protagonisti i due fucilieri della Marina italiana.
In conclusione, vi invito a lasciare un vostro commento su quanto avete letto, sarà un vero piacere leggere e poi rispondervi. Infine, se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo con tutti i vostri amici, ne sarò davvero contento.

Vi invito a mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook.

Annunci

2 thoughts on “Toni Capuozzo, il segreto dei marò

  1. Federico 12/05/2016 / 12:56

    Ciao Andrea, come sempre tutti i tuoi articoli sono veramente interessanti.
    Voglio solo farti presente che il sig. Capuozzo era facente parte di Lotta Continua (movimento estremista di sinistra).
    Poi sul punto in cui parli del fatto che apprezzi nazioni come l’America per il rispetto verso l’esercito e che non c’è sinistra o destra che tenga, non è proprio vero.
    Gli antimilitaristi esistono da tantissimi anni e ci sono in tutti gli stati, chi ne ha di più e chi ne ha di meno.
    Poi diciamo che certe idee poi vengono fatte proprie dalla politica, ma nascono da altre radici.
    Buona giornata e complimenti per il tuo costante lavoro

    • Andrea Tomasella 12/05/2016 / 13:08

      Ciao Federico, riguardo il discorso della militanza, sinceramente penso che ognuno possa militare dove gli pare finché rispetta gli altri, ha un comportamento civile e democratico.
      Vorrei poi precisare che laddove puntualizzi sul “non c’è sinistra o destra che tenga…”, nel mio report è un virgolettato, ovvero ho riportato quando detto durante l’evento dal dott. Capuozzo.
      Detto ciò, ti ringrazio per il tuo contributo, un caro saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...