Polo universitario di Gorizia, intervista prof. Giovanni Fraziano

università a gorizia un approfondimento di Andrea Tomasella
Andrea Tomasella “Università di Gorizia”

L’università per la città di Gorizia è una grandissima occasione in quanto centro di attrazione per centinaia di ragazzi e ragazze provenienti da ogni dove e anche perché cuore pulsante per lo sviluppo culturale e sociale di questi territori.

In questo contesto il Dipartimento di Ingegneria e Architettura è stato fortemente voluto dalla comunità e dall’attuale amministrazione. Ma qual è il bilancio dell’insediamento di questo dipartimento a Gorizia, quali sono gli obiettivi futuri e soprattutto che prospettive ci sono per i giovani studenti?

Ho parlato di questo e molto altro con il prof. Giovanni Fraziano, già preside della facoltà di architettura, oggi delegato del rettore per l’edilizia e per il coordinamento con gli Enti Territoriali Goriziani. Continuate a leggere l’intervista per conoscere tutti i dettagli.

prof. Giovanni Fraziano del dipartimento ingegneria e architettura di Gorizia
prof. Giovanni Fraziano

Qual i sono gli obiettivi che vi ponete come corso di laurea in architettura?

“Innanzitutto un insegnamento di qualità, puntando a un rapporto diretto tra l’insegnamento quotidiano e il lavoro di ricerca con una proiezione più a lungo termine. Fino a oggi è stata posta molta attenzione alla qualità dell’insegnamento, è un aspetto che nelle intenzioni di tutti va sviluppato ancora di più, il che vuol dire stabilire anche un carattere identitario del corso di laurea in architettura affinché didattica e ricerca concorrano all’obiettivo di eccellenza che ci si è dati”.

Qual è il rapporto che si è instaurato fra il Dipartimento di Ingegneria e Architettura con il territorio goriziano?

“Il rapporto è sempre stato molto buono, gli enti territoriali fin dall’inizio sono stati estremamente favorevoli e propensi a sostenere un corso di laurea in architettura e anche noi eravamo molto interessati a conoscere gli esiti di un insediamento sul territorio goriziano. In più è stata fondamentale la condizione molto singolare che contraddistingue Gorizia, data la sua vicinanza a una realtà omologa d’oltre confine. Quindi, la dimensione Gorizia-Nova Gorica poteva diventare, ed è diventata, un campo di interesse importantissimo”.

Breve considerazione di intermezzo

La qualità dell’insegnamento è uno dei punti cardine a cui il prof. Giovanni Fraziano ha fatto più riferimento, appare fondamentale anche l’eccellente rapporto fra il dipartimento di Ingegneria e Architettura e gli enti locali. Non meno importante anche la dimensione transfrontaliera del territorio del goriziano, che può rappresentare una peculiarità senza paragoni.

Nella seconda parte dell’intervista abbiamo parlato degli studenti: fra opportunità sul territorio e obiettivi da raggiungere per migliorare sempre più la qualità dei servizi.

L’intervista continua…

Crede che i grandi spazi della città, penso a Villa Louise, i lavori in Castello o l’ex ospedale, potrebbero essere un’occasione per gli studenti della sua facoltà di partecipare allo sviluppo urbanistico della città?

“Evidentemente questo apporto dei miei studenti non è rivolto al futuro ma è già passato e anche presente. Gli studenti, come i ricercatori, hanno da subito cominciato a lavorare su questi temi, anche con lavori importanti. Il mio laboratorio del quinto anno ha elaborato “il piano strategico delle due Gorizie”, con un’analisi molto attenta delle componenti infrastrutturali e dei luoghi che possono essere parte significativa di questa condizione di unione/vicinanza tra le due Gorizie. All’epoca fu fatto anche un modello di 60 m² proprio per coinvolgere maggiormente la città su un dato fisico e in tal modo tutti hanno potuto osservare il nostro approccio all’urbanistica e all’architettura. Tutti gli altri temi come l’ex ospedale, il castello di Gorizia o Villa Louise sono sempre stati oggetto di grandissima considerazione da parte nostra e sono stati affrontati anche con delle mostre pubbliche di grande successo”.

Che cosa può fare la città per aiutare gli studenti a sentirsi più integrati e a trovare più servizi?

“Quello che la città può fare è giocare meglio la relazione con Nova Gorica, ho sempre pensato che ci sia un’occasione importante dall’altra parte del territorio se riusciamo a valorizzare la coesistenza di una città storica con una città metropolitana. Questo aspetto è sempre stato vissuto, e continua ad essere vissuto, con separatezza ma se corresse un dialogo maggiore, non solo fra istituzioni, ma proprio su le quotidianità che si svolgono rispetto a questi due caratteri urbani, si potrebbe guadagnare in vitalità per le due città e forse in attrattività per gli studenti”.

Prima di passare alle conclusioni, vi invito a guardare il video “Università di Gorizia: motore per lo sviluppo del territorio (intervista prof. Fraziano)” e non dimenticate di iscrivervi al mio canale YouTube!

Conclusioni

Sei uno studente o un ex studente e credi ci siano degli altri elementi che non sono emersi dall’intervista ma che potrebbero contribuire a migliorare l’università o la vita universitaria? Scrivi un commento per farmi sapere la tua opinione e quali sono le tue idee. Mi raccomando, se vi è piaciuta, condividete l’intervista con tutti i vostri amici e ci rivediamo giovedì prossimo sempre su questo blog. Prima di salutarci, vi ricordo di mettere un bel “Mi Piace” alla mia pagina Facebook, un caro saluto, a presto.

Forse può interessare anche: Aeroporto “Duca d’Aosta” di Gorizia, intervista ad Ariano Medeot.

 

Annunci

One thought on “Polo universitario di Gorizia, intervista prof. Giovanni Fraziano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...