Alpini a Gorizia, il racconto in 600 scatti

racconto per immagini alpini gorizia raduno triveneto
Alpini in Corso Verdi a Gorizia

Ci sono alcuni periodi dell’anno in cui Gorizia ospita delle bellissime manifestazione e ridiventa piena di vita, tanto che centinaia di migliaia di persone, provenienti da ogni dove, affollano le strade, le piazze e i locali della città. Fra tutti questi eventi, il raduno degli Alpini del Triveneto, con annessa adunata Nazionale della Brigata Julia, è stato l’evento che più di tutti è riuscito a risvegliare l’entusiasmo della città.

Per ogni goriziano, ma anche per i tanti forestieri, quei tre giorni di celebrazioni sono un bellissimo ricordo che resterà indelebile, poiché connotato da tantissimi splendidi momenti di allegria ma anche di memoria e consapevolezza. Proprio con il proposito di lasciare una testimonianza tangibile di quelle magnifiche giornate è stato recentemente realizzato il libro fotografico “Racconto per immagini”, con più di 600 fotografie inerenti il raduno alpino e il centenario dalla “Presa di Gorizia”. Il volume è stato presentato nella serata di venerdì 7 marzo nell’auditorium di Gorizia, ho partecipato all’evento e ho il piacere di raccontarvi com’è andata.

pubblico per presentazione libro alpini
Nicola Stefani sul palco

Ad aprire la serata l’alpino Nicola Stefani, visivamente emozionato per il tanto affetto che, ancora una volta, i goriziani hanno riservato agli Alpini affollando la platea dell’auditorium. I ringraziamenti dell’alpino Stefani sono andati, oltreché alla cittadinanza, a tutte le istituzioni civili e militari presenti in sala.

coro monte sabotino
Coro Monte Sabotino

Dopo una breve presentazione sono saliti sul palco gli alpini del “Coro Monte Sabotino” diretto dal bravissimo Maestro Roberto Lizzio, sono stati quattro gli emozionantissimi brani eseguito dal Coro: “A Plan Cale il Soreli”, “Stelutis Alpinis”, “Rifugio Bianco” e in conclusione “Sanmatio”.

roberto covaz marzio bodria paolo verdoliva sara vito ettore romoli antonio esposito pierluigi medeot
Da Sinistra: Roberto Covaz, Marzio Bodria, Paolo Verdoliva, Sara Vito, Ettore Romoli, Antonio Esposito e Pierluigi Medeot

All’esibizione del Coro degli alpini è poi seguita la presentazione del libro fotografico e il giornalista Roberto Covaz ha invitato ad accomodarsi sul palco alcune istituzioni presenti in sala: il sindaco di Gorizia Ettore Romoli, l’assessore regionale Sara Vito, il segretario generale della Camera di Commercio Venezia Giulia Pierluigi Medeot, il presidente dell’ANA Gorizia Paolo Verdoliva, il responsabile marketing adunate nazionali ANA Marzio Bodria e il tenente colonnello della Brigata “Julia” Antonio Esposito.

A testimonianza del bellissimo ricordo che il raduno ha lasciato nella memoria di tutti coloro che vi hanno partecipato, il giornalista Covaz ha chiesto alle istituzioni una breve testimonianza della loro esperienza. L’assessore Sara Vito ne ha ricordato il suggestivo colpo d’occhio dovuto alle tante piume nere e alle bandiere tricolori, per il sindaco Romoli invece è stato l’entusiasmo che si percepiva passeggiando per le vie della città uno degli aspetti più belli della manifestazione e per il tenente colonnello Antonio Esposito il piacere di trovarsi a Gorizia per un evento così importante è stato ciò che l’ha colpito maggiormente. Mentre Pierluigi Medeot e Marzio Bodria hanno posto la loro attenzione al sentimento solidale e la possibilità di risvegliare negli animi dei cittadini la consapevolezza a riguardo della connotazione tricolore della città di Gorizia.

Dopo un primo giro di domande, Roberto Covaz ha voluto indagare su quali fossero state le motivazioni che hanno spinto l’ANA di Gorizia a impegnarsi affinché questo libro fotografico fosse pubblicato. Ecco quindi che la risposta del presidente Verdoliva non si è fatta attendere. Abbiamo messo assieme centinaia di fotografie di fotografi professionisti, amatoriali, simpatizzati e di chiunque abbia voluto darci una mano – ha iniziato Verdoliva – l’ANA si è prodigata a mettere assieme il materiale ma non sarebbe stato possibile senza l’aiuto del Comune di Gorizia, della Regione FVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, della CRA di Lucinico Farra e Capriva. Sul finire una provocazione del presidente, ma che poteva vagamente sembrare anche un auspicio da parte dello stesso: “nel 2023 la sezione ANA di Gorizia compirà cent’anni e magari si potrebbe festeggiare con un’adunata ancora più grande…”

Tante risate e moltissimi applausi hanno accompagnato l’intervento del presidente Verdoliva, prodigo nel fornire spiegazioni dettagliate ed esaurienti, infatti, quando il giornalista Roberto Covaz gli ha chiesto dove fosse acquistabile il libro, il presidente è stato tutt’altro che avaro nel rispondere: “il libro si può acquistare questa sera all’uscita dall’auditorium con un’offerta libera, oppure venendo nella sede cittadina dell’ANA o mandandoci una mail”. Fra l’altro, il presidente ha specificato che i fondi raccolti saranno utilizzati per rimettere in funzione la “Campana Chiara” del Sacrario di Oslavia e per fornire gli aiuti necessari alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

coro giulio bedeschi
Coro “Giulio Bedeschi”

In chiusura la splendida esibizione del Coro “Giulio Bedeschi” che ha eseguito ben otto brani: “Aprite le Porte”, “Alpini in Libia”, “Bombardano la Cortina”, “La Tradotta”, “Joska la Rossa”, “Finché la Notte”, “Benia Calastoria” e “Amici Miei”. Infine, davvero suggestiva, l’esibizione a cori uniti con: “Signore delle Cime”, “33” e l’immancabile “Inno Nazionale” che è stato cantato anche dal numerosissimo pubblico in sala.

presentazione libro alpini
Pubblico auditorium Gorizia
cappello alpini
Pubblico e cappello alpini
presentazione libro alpini gorizia
Platea auditorium Gorizia
panoramica auditorium gorizia
Coro Giulio Bedeschi di spalle
ettore romoli alpini gorizia
Scambio di pensieri e doni
coro giulio bedeschi
Un momento di cordialità con Elisabetta Mandis

Prima delle conclusioni vi invito ad ascoltare e guardare il video dell’Inno Nazionale che ho registrato durante l’evento e caricato sul mio canale YouTube.

Conclusioni

Sono contentissimo di aver preso parte a questa serata dedicata alla presentazione del libro fotografico sul raduno degli Alpini, ma ancora più perché è stato uno splendido momento di incontro fra le istituzioni, l’ANA di Gorizia e i cittadini goriziani che hanno fatto sentire il loro affetto a queste truppe dell’Esercito Italiano che tanto hanno fatto in passato, che tutt’oggi continuano a fare per la Patria e che, sono certo, continueranno a fare anche in futuro.

Se questo reportage ti è piaciuto, condividilo con tutti i tuoi amici, ne sarò felicissimo! Lascia un commento per dirmi quali sono le tue idee, mi sarà d’aiuto per migliorare la qualità dei miei prossimi articoli. Mi raccomando, metti “Mi Piace” alla mia pagina Facebook per essere sempre aggiornato sulle mie attività, un caro saluto, l’appuntamento è per giovedì 13 aprile sempre su questo blog con un nuovo articolo.

Leggi anche: Presa di Gorizia, tutte le foto del centenario

Annunci

One thought on “Alpini a Gorizia, il racconto in 600 scatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...