Commesso Mediceo e oreficeria goriziana, arte antica o innovazione? (intervista a Sergio Figar)

commesso mediceo sergio figar antracite gioielli gorizia
Commesso Mediceo e oreficeria goriziana, arte antica o innovazione?

Che cos’è il Commesso Mediceo? Come coniugare le antiche tecniche di lavorazione dei gioielli al design e all’artigianato contemporaneo?

Ne ho parlato con il maestro orafo di Gorizia Sergio Figar, che realizza a mano dei gioielli dal design ricercato e dalle linee moderne, che uniscono le tradizioni dell’oreficeria italiana al gusto odierno. Con lui indagheremo inoltre anche sulla dimensione dell’artigianato locale e sul Made in Italy. Continua a leggere l’intervista per conoscere tutti i dettagli.

Intervista Sergio Figar, prima parte

sergio figar antracite gioielli gorizia commesso mediceo
Maestro orafo Sergio Figar

Quale pensi che oggi possa essere il ruolo dell’artigianato nell’economia italiana?

“L’artigianato è da sempre una colonna portante nell’economia italiana, in quanto il Made in Italy viene esportato in tutto il mondo ed è conosciuto come una tradizione di eccellenza che dà lustro al nostro Paese. Certamente questa eccellenza potrebbe essere ancor più valorizzata, parlo dal punto di vista di un piccolo artigiano come me: talvolta manca un po’ di supporto quando invece ci sarebbe bisogno di aiuto, tuttavia noi artigiani siamo molto bravi a supplire a qualche mancanza e riusciamo nonostante tutto ad andare avanti”.

Il tuo gioiello quanto è frutto di ricerca storica e quanto è frutto di innovazione moderna?

“Per quanto mi riguarda è una commistione di entrambe le cose perché noi siamo fatti sia dal passato, dalla storia, dall’arte e dalla pratica che assimiliamo, ma, naturalmente, anche dalla capacità di guardare avanti e di reinventarci ogni giorno. Queste capacità, a maggior ragione, devono appartenere a un artigiano se vuole essere attuale e vivere il suo tempo riuscendo a mettere a frutto quello che è il proprio bagaglio storico. Nel mio caso, essere artigiano vuol dire ricercare un rinnovamento costante che dà vita a una rivisitazione del gioiello in maniera naturalmente quotidiana”.

Cos’è il Made in Italy per te?

“È sicuramente quella marcia in più che contraddistingue noi italiani quando riusciamo a creare nuove suggestioni e a reinventare lo stesso gioiello o lo stesso vestito. Siamo un popolo che ha molta fantasia però spesso dobbiamo cercare i nostri mecenati e i nostri committenti all’estero, probabilmente perché in Italia c’è tanto di tutto ma non c’è l’attenzione necessaria per quanto di bello abbiamo in casa”.

Commesso Mediceo, un breve commento

Il frutto del lavoro della tecnica del Commesso Mediceo è sempre spettacolare, inoltre rappresenta una tradizione che sopravvive ancora grazie a laboratori artigiani come quello fondato dal maestro orafo Sergio Figar.

Nella seconda parte dell’intervista parleremo dei metodi e delle progettualità che potrebbero essere utili affinché gli artigiani e i piccoli e medi imprenditori possano tornare a lavorare e a far crescere le proprie attività.

Intervista Sergio Figar, seconda parte

Quali azioni questa città potrebbe mettere in atto per agevolare l’insediamento di attività artigianali di alta qualità e design?

“Per quanto riguarda Gorizia c’erano progetti già trent’anni fa per rivalutare l’artigianato, per esempio il mio laboratorio si trova in Via San Giovanni che era stata designata per diventare la via dell’artigianato ma poi nulla è stato fatto perché probabilmente le amministrazioni non hanno trovato il modo di mettere in pratica i progetti. Ciò è un vero peccato poiché una via completamente dedicata all’artigianato diventerebbe un salotto per Gorizia, infatti gli artigiani nelle altre città turistiche sono insediati proprio in zone come questa. Inoltre sono convinto anche che sarebbe sensato effettuare una mappatura del territorio per mettere in comunicazione un’eventuale via dell’artigianato con i circoli culturali cittadini”.

Tante volte si tende a vedere le realtà locali come penalizzate dai mercati globali. Una città come Gorizia, con una storia millenaria e una lunga tradizione del saper fare, come permette di valorizzare i gioielli e diffondere arte e design nel mondo?

“Oggigiorno la nostra quotidianità è composta sia da una realtà fisica che da una realtà virtuale da vivere sul web, proprio attraverso Internet entriamo in contatto con tutto il mondo e possiamo mettere in mostra i nostri lavori, specialmente con i social network. Per questo sono convinto che a Gorizia si possa fare qualcosa in più per promuovere le nostre attività artigianali, non a caso assieme a Confartigianato e con l’aiuto della Camera di Commercio abbiamo organizzato una mostra sul gioiello contemporaneo che si terrà in dicembre negli spazi della Fondazione Carigo. Questa mostra la possiamo considerare un segnale di un cambiamento che porterà, oltreché del turismo culturale, finalmente anche a parlare di gioielli in tutte le diverse sfaccettature: gioielli contemporanei, eco-gioielli e di tutto ciò che possa far cambiare punto di vista sul concetto di gioiello e suggerire un nuovo approccio concreto da mettere in atto a favore dell’artigianato e dell’arte”.

Prima di passare alle conclusioni, ti invito a guardare il video “Commesso mediceo e oreficeria goriziana, arte antica o innovazione? (intervista Sergio Figar)” e non dimenticarti di iscriverti al mio canale YouTube!

Conclusioni

Conoscevi la tecnica del Commesso Mediceo o c’è qualcosa che vorresti approfondire? Quali sono i laboratori artigiani che più ti piacciono della zona in cui vivi? Lascia un commento con scritte le tue opinioni, sarà un piacere leggere e poi risponderti. Aiutami a far conoscere questa intervista condividendola con tutti i tuoi amici, in questo modo valorizzerai anche il mio impegno. L’appuntamento è per questo sabato, sempre su questo blog. Prima di salutarci, ti ricordo di mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook, un caro saluto e a presto.

Leggi anche: Progetti in erba: project management e scuole primarie, nesso possibile?

Annunci

One thought on “Commesso Mediceo e oreficeria goriziana, arte antica o innovazione? (intervista a Sergio Figar)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...