Politica regionale: quali sfide per il Friuli-Venezia Giulia? (intervista a Barbara Zilli)

intervista barbara zilli lega nord friuli venezia giulia
Politica regionale: quali sfide per il Friuli-Venezia Giulia? (intervista a Barbara Zilli)

Domenica 16 luglio a Piacenza si è svolto il congresso della Lega Nord intitolato “Facciamo Squadra”, un’occasione di incontro e anche di confronto fra diversi esponenti del movimento per costruire il futuro del nostro Paese.

Proprio durante l’evento ho colto l’occasione per rivolgere alcune domande alla consigliera regionale della Lega Nord Friuli Venezia Giulia Barbara Zilli, con cui ho parlato della riforma sanitaria, della riforma delle provincie e anche delle prossime elezioni regionali del 2018. Continua a leggere l’intervista per conoscere tutti i dettagli. Continua a leggere

Forte di Monte Ercole e lago di Minisini, passeggiata nei luoghi della Grande Guerra

passeggiata nei luoghi della Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia
Forte di Monte Ercole (Ospedaletto)

Quando posso mi piace moltissimo coltivare la passione per le camminate in montagna, fortuna vuole che in Friuli Venezia Giulia ci sia vastissima scelta fra montagne, colline e rilievi da visitare.

La scorsa primavera ho approfittato di una domenica libera per visitare il Forte del Monte Ercole, che si trova in prossimità dell’abitato di Gemona (Ud). La visita la considero come una continuazione della gita che l’anno precedente ho fatto al vicino Forte del Monte Festa (puoi leggere l’articolo dell’esperienza cliccando qui o guardare il mio video da Ambassador FVG cliccando qui).

Il Forte di Monte Ercole è una struttura militare costruita agli inizi del 1900 con lo scopo di difendere i territori della Valle del Tagliamento. Oggigiorno chiaramente la struttura e diroccata però resta sempre un complesso storico e affascinante per chi, come me, è appassionato di storia militare della Grande Guerra.

La camminata inizia nei pressi del lago di Minisini, un piccolo specchio d’acqua di origine glaciale immerso nella fittissima vegetazione. Si procede camminando per un comodo sentiero sterrato, a tratti con pendenza media ma mai troppo faticosa.

Nel giro di mezz’ora si arriva all’entrata della fortezza militare, le mura sono ben conservate e come prima cosa si possono osservare dei magazzini che al tempo venivano utilizzati per stipare armi, munizioni e beni di prima necessità. Si continua a camminare fino a raggiungere alcune gallerie molto lunghe che mettono in comunicazione fra di loro le varie aree della struttura. Ultimi ma non meno interessanti i bunker e le postazioni fisse per i cannoni difensivi.

In assenza di ulteriori curiosità circa il complesso militare ho continuato la passeggiata fino alla vetta del Monte Ercole. Tornato all’ingresso del Forte, ho continuato a camminare lungo il sentiero principale che mi ha permesso di raggiungere in poco tempo la sommità del monte. La passeggiata continua con un bellissimo sentiero sterrato fino alle pendici del monte e termina in una vallata dov’è ubicata la bellissima chiesetta di Sant’Agnese.

Dopo un po’ di riposo ho continuato camminando lungo un facile percorso in discesa all’interno del bosco che mi ha portato fino all’abitato di Ospedaletto, dove avevo parcheggiato l’automobile.

Gita davvero piacevole, una bella occasione per scoprire un po’ di più della storia di questi magnifici territori e per passare una giornata a contatto con la natura.

Prima di passare alle fotografie della passeggiata, ti invito a guardare il video riassuntivo della mia esperienza sul Monte Ercole, fammi sapere cosa ne pensi e iscriviti al mio canale YouTube.

gallerie monte ercole grande guerra friuli venezia giulia gemona
Gallerie del Forte di Monte Ercole
monte ercole gemona passeggiata
Panorma godibile dal Monte Ercole
gemona osoppo monte ercole grande guerra
Paesaggio dal Monte Ercole
lago di minisini friuli venezia giulia gemona monte ercole osoppo
Lago di Minisini visto dal Monte Ercole
chiesetta sant agnese friuli venezia giulia monte ercole
Chiesetta di Sant’Agnese sul Monte Ercole
pozzo acqua sant agense monte ercole ospedaletto
Caratteristico pozzo d’acqua nei pressi della chiesa di Sant’Agnese
lago minisini monte ercole ospedaletto gemona
Lago di Minisini visto da vicino

Cosa ne pensi di questa veloce escursione? C’è qualche passeggiata in particolare che ti è piaciuta e ti andrebbe di raccontare?

Scrivi un commento con le tue opinioni, sarà un piacere leggere e poi risponderti. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con tutti i tuoi amici per aiutarmi a farlo conoscere, ti ricordo che l’appuntamento è sempre per giovedì prossimo con un nuovo articolo. Prima di salutarci ti invito a mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook per essere sempre aggiornato sulle mie prossime pubblicazioni. Un caro saluto e a presto.

Leggi anche: Malvuerich Alto (1899 m), l’escursione per l’Alta Via CAI Pontebba

Impegno politico, quali sono i valori d’oggi? (intervista a Massimiliano Fedriga)

massimiliano fedriga sul blog di andrea tomasella politica europa elezioni
Impegno politica, quali sono i valori d’oggi? Intervista a Massimiliano Fedriga

In vista delle amministrative del prossimo 11 giugno, sono diversi gli esponenti dei partiti e movimenti politici in lista per le elezioni che hanno fatto visita al Capoluogo isontino.

Anche Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati, ha recentemente partecipato all’evento di presentazione delle donne e degli uomini in lista con la Lega Nord Gorizia.

Ho colto l’occasione per fare qualche domanda al giovane deputato: fra aneddoti di vita personale, Unione Europea ed elezioni a Gorizia. Continua a leggere l’intervista per conoscere tutti i dettagli. Continua a leggere

Le Nuove Vie, Gorizia si riscopre propositiva ed entusiasta

centro commerciale naturale gorizia
Le Nuove Vie Gorizia

Capita che un appassionato gruppo di giovani commercianti scelga di puntare sulla città in cui hanno investito energie, tempo e risorse. Capita inoltre che questi giovani abbiano anche le idee chiarissime e tantissimo entusiasmo, non a caso, godono anche dell’appoggio delle principali associazioni datoriali e di categoria del loro territorio.

Tutto questo sta accadendo a Gorizia, grazie alla volontà del nuovo direttivo dell’associazione di commercianti “Le Nuove Vie”, che nella serata di martedì 28 marzo si è presentato al pubblico e ha illustrato in anteprima il progetto di un “Centro Commerciale Naturale”. Continua a leggere il report dell’evento per conoscere tutti i dettagli e anche alcune mie brevissime considerazioni in merito. Continua a leggere

Il Collio goriziano, intervista al Sindaco Diego Bernardis

collio goriziano intervista diego bernardis unesco
Il Collio goriziano, intervista Diego Bernardis

Il Collio goriziano è conosciuto soprattutto per la qualità dei suoi vini e per la bellezza dei suoi paesaggi, una vera e propria perla dal punto di vista del turismo enogastronomico.

Recentemente diversi stakeholder del territorio hanno anche formato un comitato scientifico per inserire questi splendidi luoghi nella tentative list dell’Unesco, così da sancirne definitivamente la portata internazionale e farne un esempio per un futuro basato su agricoltura, turismo ed enogastronomia.

Ho parlato di questo e molto altro con il sindaco di Dolegna del Collio Diego Bernardis, che oltre a essere un ottimo amministratore locale e anche uno degli stakeholder promotori della candidatura Unesco. Vi auguro quindi buona lettura, ci ritroviamo a metà intervista per delle considerazioni intermedie. Continua a leggere

Polo universitario di Gorizia, intervista prof. Giovanni Fraziano

università a gorizia un approfondimento di Andrea Tomasella
Andrea Tomasella “Università di Gorizia”

L’università per la città di Gorizia è una grandissima occasione in quanto centro di attrazione per centinaia di ragazzi e ragazze provenienti da ogni dove e anche perché cuore pulsante per lo sviluppo culturale e sociale di questi territori.

In questo contesto il Dipartimento di Ingegneria e Architettura è stato fortemente voluto dalla comunità e dall’attuale amministrazione. Ma qual è il bilancio dell’insediamento di questo dipartimento a Gorizia, quali sono gli obiettivi futuri e soprattutto che prospettive ci sono per i giovani studenti?

Ho parlato di questo e molto altro con il prof. Giovanni Fraziano, già preside della facoltà di architettura, oggi delegato del rettore per l’edilizia e per il coordinamento con gli Enti Territoriali Goriziani. Continuate a leggere l’intervista per conoscere tutti i dettagli. Continua a leggere

Rosa di Gorizia, un’eccellenza da raccontare

Andrea Tomasella immagine d'anteprima sul blog
Rosa di Gorizia, un’eccellenza da raccontare

La Rosa di Gorizia è una particolare varietà di radicchio che si presenta, come prodotto finito, tale e quale a una rosa di colore rosso inteso. Oltre a essere molto apprezzata in cucina, la Rosa di Gorizia è un pezzo di storia, cultura e identità che rappresenta l’unicità del territorio goriziano.

Per promuovere le eccellenze dei nostri territori recentemente si è svolta, nel caratteristico Borgo del Castello, la prima edizione della Festa della Rosa di Gorizia. Proprio in tale occasione ho avuto modo di intervistare sia Massimo Santinelli, uno dei produttori della Rosa di Gorizia, che il vicepresidente della Camera di Commercio della Venezia Giulia Gianluca Madriz. Continua a leggere